Denti del giudizio

 

Denti del giudizio, cosa sono e quanti sono

denti-del-giudizioI denti del giudizio sono i terzi molari che compaiono di solito tra i 16 e 25 anni, ma possono anche non comparire mai, o possono comparire prima o molto più tardi di questa fascia d’età. Quanti sono i denti del giudizio?, ci sono quattro denti del giudizio, uno in ogni quadrante della bocca, e collocato nell’ultima posizione della linea dei denti nella parte posteriore della bocca. I denti del giudizio di solito colpiscono altri denti nel loro sviluppo, o possono addirittura provocarne un drastico spostamento. Nell'immagine tratta da Wikipedia possiamo vedere la disposizione dei denti del giudizio nell'arcata superiore e nell'arcata inferiore.

 


 

L'estrazione dei denti del giudizio

In questo caso vengono di solito rimossi. L'estrazione del dente del giudizio è effettuata nei casi in cui si presentano i sintomi di dolore grave o acuto, infezioni ricorrenti, ecc. o vi sia un segno radiologico di una condizione patologica (cisti o erosione dei denti ).

Un'altra indicazione è usuale nel caso di realizzazione di un trattamento ortodontico per prevenire recidive (anche se è un'indicazione molto discutibile tra i professionisti del settore). Alcuni specialisti suggeriscono l’estrazione dei denti del giudizio asintomatici a scopo preventivo. Il più qualificato per valutare la necessità di estrazione e rendersi conto degli eventuali danni che possono causare i denti del giudizio è il chirurgo orale e maxillo-facciale.


 

 

L'origine e la storia dei denti del giudizio

I denti del giudizio sono i terzi molari residuali che gli ominidi utilizzavano per masticare il tessuto vegetale. Da alcuni studi nel settore è emerso che i crani degli ominidi primitivi avevano mascelle più lunghe e con più spazio per i denti del giudizio per masticare le foglie, che aiutavano a compensare l’incapacità di digerire in modo efficiente la cellulosa che compone le pareti cellulari delle piante.  Altri studi, recenti e meno recenti, hanno suggerito che con una certa dieta ( in base anche a fattori culturali)  ha contribuito negli anni allo sviluppo e al cambiamento delle dimensioni delle ganasce (e di conseguenza, modificando lo spazio disponibile per i denti del giudizio).